Definizione

Il numero dei soggetti portatori di impianto cocleare è sempre più in aumento e ciò fa sì che la compatibilità fra MRI e impianti cocleari sia un tema sempre più rilevante.

In generale è importante saper quale dispositivo è stato impiantato e le caratteristiche della RMN che si utilizza ed in particolare l’intensità del campo magnetico (tesla).

Danni

I campi magnetici prodotti dalla RM possono generare forze responsabili di danni ai tessuti; dislocazione, torsione, smagnetizzazione del magnete, cambio di polarità dell’IC. Il magnete dell’impianto crea, inoltre, artefatti nelle scansioni cerebrali con riduzione del valore diagnostico della MRI. In questo senso un IC è una controindicazione relativa alla RMN. Da tutto ciò ne consegue che i soggetti portatori di IC non dovrebbero accedere nei locali in cui è collocato lo scanner per la RMN.

Si può fare la RM?

La MRI è una indagine diagnostica importantissima nella pratica medica.

Eseguendo una MRI i soggetti portatori di IC vengono sottoposti a significative forze elettromagnetiche responsabili di eventi avversi, quali spostamento del magnete, cambiamenti di polarità, dolore ed riduzione dei risultati attesi dall’imaging.

La Food and Drug Administration ha approvato alcune RM per i pazienti con impianti cocleari in casi specifici.

  • Alcuni impianti hanno magneti estraibili, nel qual caso deve essere rimosso.

  • Altri pazienti dovrebbero utilizzare fasciature della testa mentre eseguono una RM. La esecuzione di MRI in soggetti con IC è quindi una controindicazione relativa che può essere aggirata, nel caso di RMN che non superino 1,5 tesla, con accorgimenti come la fasciatura della testa.

  • Il magnete auto-allineante offre un confort, sicurezza e tranquillità durante le Risonanze Magnetiche.

    • Ad esempio: il nuovo impianto SYNCHRONY (PIN) consente di sottoporsi a RM ad alta risoluzione con intensità fino a 3.0 tesla senza la necessità di rimuovere il magnete, essendo quest’ultimo dotato di un’eccezionale struttura interna rotabile e auto-allineante. Il sistema offre così i più elevati standard di sicurezza disponibili sul mercato in termini di compatibilità alla RM e rende i controlli medici molto più pratici e sicuri per gli utenti di impianti cocleari. Grazie alla sua struttura compatta, SYNCHRONY è il più piccolo e leggero impianto cocleare attualmente disponibile in commercio; caratteristiche che lo rendono la scelta ideale per i candidati più giovani.

Pertanto, i pazienti con impianti cocleari che si sottopongono a risonanza magnetica devono essere attentamente monitorati e devono essere adottate misure per ridurre al minimo il rischio di eventi avversi.

1/1